Femminicidio/Femicidio: la parola alla Crusca


Oggi riportiamo l’articolo “Femminicidio: i perchè di una parola” pubblicato sul sito ufficiale dell’Accademia della Crusca.

Gli studiosi della Crusca, la quale ha tra i suoi obbiettivi la conoscenza critica dell’evoluzione attuale della lingua italiana, rispondono in quest’articolo al seguente quesito:

C’è necessità di una parola nuova per indicare qualcosa che accade da sempre? Che senso ha sottolineare il sesso di una vittima? Non è offensivo per le donne parlare di loro usando la parola femmina, che pare “più propria dell’animale”? Perché non usare donnicidio, muliericidio, ginocidio o ciò che già abbiamo, uxoricidio? Legittimando femminicidio non provocheremo una proliferazione arbitraria di parole in –cidio?

Nel corso dei lunghi anni di attività della Casa delle donne di Bologna le ricercatrici e le operatrici della Casa si sono trovate davanti a quesiti di questo tipo innumerevoli volte e, in fondo, una delle ragion d’essere di questo blog è anche di far luce su quesiti di questo genere.

Nella spiegazione fornita dall’Accademia è riportato anche un passaggio fondamentale tratto da un articolo della socia della Casa delle donne di Bologna, Cristina Karadole:

chiamiamo dunque femicidio la forma più estrema di violenza contro le donne per distinguerla ed al contempo metterla in relazione col femminicidio, ossia la violenza contro le donne in tutte le sue forme miranti ad annientarne la soggettività sul piano psicologico, simbolico, economico e sociale, che solitamente precede e può condurre al femicidio.

 

Riferimenti

  • Matilde Paoli (a cura di), “Femminicidio: i perchè di una parola“, sito dell’Accademia della Crusca, 28/6/2013
  • Karadole C., Femicidio: la forma più estrema di violenza contro le donne, “Rivista di Criminologia, Vittimologia e Sicurezza”, Organo ufficiale della Società Italiana di Vittimologia (S.I.V.) Vol. VI – n. 1, Gennaio-Aprile 2012, pp. 16-38
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...