D.I.Re sul decreto legge contro il femminicidio


Continuiamo la raccolta degli interventi riguardanti il decreto legge contro il femminicidio. Oggi riportiamo il comunicato stampa di D.I.Re ‘Donne In Rete contro la violenza’ del 25 agosto che potete leggere per intero cliccando QUI. In fondo al post trovate anche un link all’intervista fatta da Radio Città Fujiko a Titti Carrano, presidente di D.I.Re.

Come emerge dalla lettura del comunicato, D.I.Re espreme un giudizio molto critico riguardo al decreto legge sostenedo che nonostante esso “contenga alcune utili disposizioni e modifiche al codice penale e di procedura penale”, è da ritenersi “insoddisfacente”.

In particolare, l’associazione sostiene che “ancora una volta la violenza maschile contro le donne viene considerata un problema preminentemente di ordine pubblico e non culturale e sociale” e che la violenza venga “affrontata in modo frammentario e settoriale”. Inoltre il decreto legge è ritenuto essere un intervento non strutturale e che non prevede un’adeguata copertura finanziaria.

D.I.Re è anche contraria all’irrevocabilità della querela, uno dei punti più controversi del DL. Secondo l’associazione, “ancora una volta la donna vittima di violenza viene considerata un “oggetto” debole e da tutelare […]. L’irrevocabilità della querela, introdotta verosimilmente con l’intento di proteggere la donna da eventuali pressioni, minacce o ritorsioni è una responsabilità che lo Stato non è in grado di assumersi non esistendo attualmente un serio programma di protezione della vittima che ne tuteli l’incolumità, dalla denuncia in poi”. Infatti “si rende irrevocabile la querela, ignorando che tante donne sono state uccise dopo che avevano ripetutamente e inutilmente denunciato”.

Infine “ancora una volta le associazioni che da anni lottano contro il fenomeno della violenza maschile contro le donne e che rappresentano per queste una risorsa indispensabile, non sono state coinvolte nella discussione ed elaborazione del decreto sul femminicidio.”

In conclusione l’associazione chiede il rinnovo del Piano Nazionale Antiviolenza previa consultazione con la stessa D.I.Re, la quale rappresenta i Centri antiviolenza su tutto il territorio italiano.

 ______________________________________

Advertisements

Un pensiero su “D.I.Re sul decreto legge contro il femminicidio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...