MARZATICO MARIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II

FACOLTA’ DI SOCIOLOGIA

Relazione finale in Etnologia

Il femminicidio. Indagini in Italia dal 1960 al 2011.

Relatrice: Prof.ssa ADELINA MIRANDA

Laureanda: MARIA MARZATICO

ANNO ACCADEMICO 2011-2012

Obiettivo di tale elaborato è quello di indagare sul fenomeno del femminicidio, ripercorrendo l’evoluzione storica di tale concetto, analizzandone gli sviluppi nel dibattito scientifico e politico, sia italiano che internazionale, e gli effetti che il riconoscimento, a livello politico-istituzionale e sociale, di tale concetto ha potuto e può produrre. La tesi prende spunto dalle considerazioni di Barbara Spinelli, avvocata e scrittrice, tra le poche in Italia ad interessarsi al femminicidio, la quale afferma che tale neologismo indica ogni forma di discriminazione e violenza rivolta contro la donna in quanto appartenente al genere femminile. L’origine dei termini femmicidio e femminicidio, la loro introduzione nel linguaggio della comunità scientifica e la loro diffusione nell’uso comune non è stato lineare. Diventa dunque interessante cogliere gli sviluppi delle vicende di questi neologismi ricostruendo la loro storia a partire dalla teorizzazione sul femminicidio e dalle dispute sulla sua traduzione.

Nel primo capitolo ci si sofferma sulla storia e il dibattito sul concetto di genere, partendo dalla considerazione che alla base del femminicidio ci sia sempre una questione di genere e che l’attribuzione di genere abbia a che fare innanzitutto col potere, sia cioè fortemente legato a rapporti di potere. I successivi paragrafi affrontano il tema della differenza tra sesso e genere, il dibattito e le critiche che ne sono sorte. Nel secondo capitolo l’attenzione si focalizza sul concetto di femminicidio, elemento centrale della relazione. Nel terzo, infine, ci si sofferma in particolar modo, sulla letteratura prodotta in Italia intorno al fenomeno, comparando cause, moventi, armi utilizzate e luoghi dei delitti estrapolati dalla stampa italiana e raccolti da diverse ricercatrici grazie ad un progetto in collaborazione con la “Casa delle donne” di Bologna dal 2005 fino al 2011. L’ultimo capitolo contiene inoltre i risultati di alcune indagini, svolte in Italia, dal 1960 al 2003, facendo riferimento alla tesi di laurea della dott.ssa Francesca Quaglia “Gli omicidi tra uomini e donne:un’analisi diacronica a partire dai giornali”, dell’Università degli Studi di Trieste.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...