VERCELLONE CLAUDIO

UNIVERSITA’ DEL PIEMONTE

Dipartimento di Giurisprudenza e Scienze Politiche Economiche e Sociali

Corso di Laurea in Giurisprudenza

 Femminicidio: analisi criminogica e giuridico-penale di un fenomeno

di Claudio Vercellone

 Relatore Maurizio Riverditi

Correlatore Roberto Mazzola

 ANNO ACCADEMICO 2014-2015

Il lavoro intende analizzare il fenomeno del femminicidio dal punto di vista criminologico e penale, mettendo in correlazione gli atti internazionali e la legislazione italiana.

Si parte dalla definizione e dalle origini del termine, si chiarisce il significato della parola femminicidio, cogliendo la differenza concettuale con altre definizioni quali femicidio, ginocidio o uxoridicio. Vengono poi approfondite le cause di natura sociale, antropologica e culturale, dando risalto al contributo dei media nella diffusione del fenomeno a livello mondiale ed europeo. In secondo luogo si analizza il femminicidio dal punto di vista criminologico, esponendo le teorie più rilevanti in campo internazionale, per poi focalizzare l’attenzione sulla criminologia italiana. Successivamente si esamina il fenomeno secondo la prospettiva penale, ricostruendo il percorso che ha portato al suo riconoscimento legislativo in Italia. Si riportano gli atti legislativi internazionali più auterovoli in materia di prevenzione, protezione e repressione del fenomeno: il Rapporto dell’Onu sulla violenza contro le donne in Italia, realizzato da Rashida Manjoo; la Convenzione di Istanbul e il D.L. 14 agosto 2013, n. 93. Infine si fa un’analisi dettagliata del diritto penale e penale processuale italiano, individuando le norme che disciplinano i casi di violenza di genere contro le donne in linea con gli atti internazionali.

Annunci